Riflessioni sul Mistero natalizio

EDITORIALE
di don Giorgio

Riflessioni sul Mistero natalizio

Credo che tutti più o meno sentano un certo disagio, ogniqualvolta si avvicina il Natale: sì, un certo disagio, perché in fondo, volere o no, il Natale così come viene vissuto anche da parte di una massa di credenti comporta un lungo grottesco processo, anche di carattere psicologico, che man mano toglie quella serenità interiore, di cui tutti avremmo bisogno, e che basterebbe poco per ottenerla, ovvero tornare alle Sorgenti del Mistero divino, che è dentro di noi.
Sembra che ci sia qualcosa di diabolico che non va, e che separa (già l’etimologia della parola “diavolo” lo dice) lo spirito dalla carne. Ed è qui la causa che ci allontana dal Mistero natalizio: la carne ci spinge fuori, e ci rende alieni, fuori di noi, ovvero dal Mistero divino.
Diciamo però subito una cosa. Forse, e senza forse, è più istintivo e anche facile condannare il Natale consumistico: anche io sono tentato di farlo, proprio per il fatto che, sentendo l’urgenza di riscoprire in profondità il valore autentico del Natale, si vorrebbe colpirne ogni strumentalizzazione, con il rischio di non andare oltre.
E nello stesso tempo non è facile far capire la Bellezza del Natale, che sta nella sua essenzialità e gratuità.
Come è possibile, se si è fuori di sé, e ci si aggrappa ai rottami di una società decadente e di una religione senza Spirito vitale?
La cosa paradossale è proprio questa: si sente un certo disagio e nello stesso tempo non si vorrebbe spogliare il Natale di tutto ciò che è superfluo, per cogliere appunto la sua essenzialità. E le ragioni sono tante, tra cui quella di un virus che, mettendo in crisi tutto, Chiesa e Stato, atei e credenti, ci sta togliendo un mondo di carnalità e di soddisfazioni emotive. E allora disperatamente ci si aggrappa a tutto.
Poi ci si lamenta perché il Natale è finito nella bolgia consumistica. Già la società è allo sbando, se poi noi cristiani siamo assenti, con la testa nel sacco vuoto d’essere, allora è finita.
Mai forse come il Natale di quest’anno ci fa sentire disorientati, confusi. Eppure basterebbe poco, rientrare in sé, lasciando fuori la carnalità, e ci sentiremmo come rinati.
Non “come”: ci sentiremmo “realmente” ri-nati nel vero senso della parola.
E allora non fermiamoci alla crosta, cogliamo l’essenzialità del Mistero.
Più gonfiamo l’emotività, più poi ci sgonfieremo nella interiorità.
Il Santo Natale per noi credenti non dovrebbe essere una festa da celebrare come se fosse solo un evento storico, per di più abbellito da tutto un contorno di luci e lucine e di attività folcloristiche le più fantasiose, frammentarie e dispersive.
Oramai è impossibile staccare il Mistero natalizio da una strumentalizzazione diciamo profana. Che almeno si metta un freno, e si riducano al minimo le manifestazioni esteriori!
Sì, non se ne può più di questo Natale così de-sacralizzato.
Restituiamo il Natale al Natale mistico: a ciò che È, ovvero una Rigenerazione eterna del Logos in noi.
Il Natale del Signore non sopporta una esibizione di addobbi e di luci o lucine: è quel Figlio di Dio, Logos Eterno, che misteriosamente nasce e ri-nasce nel Pozzo o nel Grembo dell’essere umano.
Rileggiamo misticamente l’Incontro di Gesù con la Samaritana e con Nicodemo.
Un Pozzo e una Notte splendida.
Il Figlio di Dio si fa Grazia, Dono, Rinascita.
Pozzo o Notte: Mistero che viene alla Luce.
Passerà tutto il frastuono, la carnalità del Natale, e che cosa resterà?
I fumi, gli odori, le puzze di bruciato…
Un vuoto d’essere: dal vuoto al vuoto.
Riempiamo pire il vuoto, ma il vuoto resterà, appena le cose se ne andranno, ma altre cose saranno pronte a riempire il vuoto, e così sembra che il vuoto sia una pienezza, ma di che?
Qualche buonismo c’è sempre per soddisfarci: aiutare un barbone, dare la carezza a un bambino che piange, fare una elemosina.
Senz’altro bello, doveroso aiutare i bisognosi, ma non basta dar loro qualcosa di materiale.
Cristo guariva il corpo per guarire lo spirito.
A lui premeva la Fede pura… anche solo un granello di Fede per spostare le montagne.
Dire buon Natale farebbe troppo pensare, e poi chi sa che cos’è veramente il Natale?
La Chiesa dice le solite cose che scivolano via sulla pelle.
E anche il credente sembra confuso, impaurito, fuori fase, fuori di sé.
E anche quest’anno il Natale sarà una somma di emozioni che evaporeranno il giorno dopo il Natale.
Anni fa, scandalizzando qualche prete, avevo parlato di “orgasmo natalizio”.
Non c’è forse paragone più efficace!
Sì, resterà qualche problema fisico per il troppo mangiare o per il troppo bere.
Ed ecco un ardente invito: viviamo il Natale nel Mistero divino, nella speranza che il mondo si converta.
Che almeno inizi una conversione tra la Chiesa…
24/12/2021
EDITORIALI DI DON GIORGIO 1
EDITORIALI DI DON GIORGIO 2

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi