La crudezza paradossale del linguaggio

L’EDITPRIALE
di don Giorgio

La crudezza paradossale del linguaggio

Forse ci si dimentica, e con tanta superficialità, che anche il linguaggio può assumere un profondo significato, da ascoltare e da decifrare al di là della crudezza delle parole o della loro paradossalità insopportabile.
Si rimane magari inorriditi, quando il linguaggio arriva a scandalizzare, come se esso avesse un limite, oltre il quale non sarebbe lecito andare.
Ma la paradossalità scandalosa del linguaggio non vorrebbe che esprimere forti sentimenti o forti contrapposizioni a disumanità, contro cui la consueta e formalmente corretta normalità  difficilmente riuscirà a opporsi, indignandosene con orrore.
Sì, di fronte a certi orrori di una politica malsana che vuole separare gli esseri umani tra buoni e cattivi, con il criterio discriminante e razzista dell’amore sviscerato e irrazionale per  il proprio ego e dell’odio criminale per tutto ciò che si ritiene come l’anti-ego, non rimane che urlare parole di rabbia, e così si passa dalla parte del torto, come gentaglia che non rispetta la legge o il buon senso degli stupratori dell’umanità.
Dunque, la legge e il buon  senso di una società alienata impongono rispetto ed esigono obbedienza, costringendo al silenzio gli onesti e gli spiriti liberi, e di conseguenza alla loro condanna se persisteranno nella loro scandalosa ostinazione al diritto dell’ego degli stupratori dei diritti dei più deboli.
Ed ecco la vera oscena paradossalità, forse la più criminosa e la più criminale della storia: la supremazia del diritto del più forre, o del diritto di chi usa la forza per far prevalere il proprio ego di massa di individui che si difendono senza pietà da esseri infelici alla ricerca di un po’ di benessere. 
E così le ragioni dei più forti costituiscono il diritto sacro e supremo, mentre le ragioni dei più deboli appaiono soprusi da condannare e da punire con l’ostracismo e la morte: il tutto sotto gli occhi del sole, che forse proprio sole non è, ma apparenza del dio lucifero.
Combattere il diritto dei più forti è ritenuto scandaloso e imperdonabile, e così diventa quasi un dovere dello Stato punire i ribelli.
Siamo al ribaltamento totale del diritto, e già dire questo fa parte dei un linguaggio insopportabile alle orecchie di una massa incretinita.
E più la massa è quel bestione che già Platone condannava come il peggior male della Civiltà, anche le parole più comuni man mano perdono il loro peso, e così si è costretti a ricorrere ad un linguaggio paradossale e scandaloso, non importa se si rischia la condanna da parte di fomentatori dei disordini sociali.
Già! Il linguaggio mite delle anime devote o castrate!
Già! Il linguaggio rispettoso della persona altrui. Talora mi chiedo che cosa sia rimasto di “personale” in certi barbari.
Ipocriti!
Giudici, devoti servitori del falso rispetto della più falsa concezione della persona umana!
Certo, non basta un duro tenace paradossale scandaloso linguaggio per rinsavire il bestione, che avrebbe invece bisogno di ben altre frustrate!
E allora ditemi voi che si deve fare per colpire a morte la stupidità della massa e gli sciacalli che la nutrono di carogne.
Ricorrere alle armi?
Sarà una guerra persa, perché loro, i più forti, saranno sempre imbattibili: si sono comperati anche la legge!
Ricorrere al Pensiero? Ma il bestione non ha cervello, dunque non ha Pensiero.
Io, comunque, lotto come posso, anche nella disperazione di lottare contro i mulini a vento.
Le tento tutte, anche scuotendo quel Dio che sembra dormire tranquillo, mentre la nave è nella tempesta.
E talora gli urlo: “Perché hai creato anche troie e figli di troie, puttanieri, ladroni e servi di merdosi, bestioni e pezzenti, criminali e bastardi? Spazzali via con un soffio del tuo Spirito!”.
Urlo come un bestemmiatore?
Anche Cristo aveva urlato bestemmie contro il Dio bastardo degli ebrei.
Lo misero su una croce, e lassù è rimasto fino ad oggi.
“Resurrexit!”, annuncia solennemente la Chiesa.
Forse qualcuno di voi si è accorto che Cristo è risorto duemila anni fa?
Io no!
30 giugno 2018
EDITORIALI DI DON GIORGIO 1
EDITORIALI DI DON GIORGIO 2

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi