Ipazia d’Alessandria

IPAZIA D’ALESSANDRIA

(360 d.C, Alessandria in Egitto – 415 d.C, Alessandria in Egitto)

Di Ipazia, vissuta tra il IV e il V secolo d.C., conosciamo ben poco, ma forse per quel tanto che potrebbe bastare per prenderla subito in grande simpatia.
Era una giovane pagana, rappresentante della filosofia neo-platonica, la cui violenta uccisione, da parte di alcuni monaci detti parabolani, l’ha resa una “martire della libertà di pensiero”.
Le viene riconosciuto un nuovo metodo di indagare la verità nei vari campi dello scibile umano, con una dote straordinaria di trasmetterla: apprezzata insegnante ed efficace oratrice, a cui era concesso di parlare a folle di studenti, in un’epoca in cui le donne avevano pochissimi diritti.
Tutti ancora oggi ci sentiamo a lei debitori.
Come sempre, devo grande gratitudine a don Giorgio, perché nel confrontarci estraiamo dal profondo ciò che più ci coinvolge, lasciandoci guidare dallo Spirito.
Così è nato questo dipinto, con cui ho inteso rappresentare Ipazia, oltre che matematica, astronoma e filosofa dell’antica Grecia, come donna Donna, quasi eterea, distaccata dalla realtà carnale, tutta protesa che guarda verso il cielo, e oltre, verso l’Infinito.

MAGNIFICAT

Vorrei soffermarmi a lungo sul Magnificat, un cantico probabilmente nato nelle assemblee delle prime comunità cristiane, che l’evangelista Luca ha messo in bocca a una donna: già questo un gesto rivoluzionario!
Maria di Nazaret, già incinta del Figlio di Dio, annuncia il Magnificat, quando si incontra con la cugina Elisabetta, a sua volta incinta di Giovanni il Precursore.
Nel Cantico ci sono riferimenti biblici dell’Antico Testamento, ma non per questo troviamo affermazioni del tutto scontate.
Possiamo dire che c’è un tocco singolare che dà alle antiche profezie qualcosa di assolutamente Nuovo.
Dipingere l’Incontro di Elisabetta con Maria, che esplode di gioia con il Magnificat, è stata per me un’altra bella sfida, e mi sono sentita immersa in un cammino che per Maria è stato l’abbandono totale in Dio.
Ecco allora Maria, avvolta da un velo di umiltà, in un alone di luce, che prima era nel suo grembo e che poi si è diffusa anche fuori.
Ecco il viso leggermente inclinato, a indicare la sua dolcezza e dedizione al volere del Mistero divino.
Niente di sensazionale, ma tutto di infinitamente Divino.
Maria, modello di donna Donna e modello di umiltà.
Che bella la parola “umiltà”! Deriva da “humus”, terra, quasi a voler dire ritorno alla essenzialità originaria.
Umiltà come distacco da tutto ciò che è inessenziale, solo così lo spirito respira.
Maria ci insegna a meravigliarci per le piccole cose, quelle semplici.
Quando si lascia tutto ciò che non è necessario, ecco fiorire e rifiorire lo stupore!
Dio ci vuole eternamente “stupìti!”.

 

L’INCONTRO

TRA MARIA E LA CUGINA ELISABETTA

Il primo dipinto sul quale vorrei soffermarmi per catturare la vostra attenzione è uno dei primi che ho realizzato, dopo aver intrapreso questo cammino mistico-artistico.
“L’Incontro di Maria con la cugina Elisabetta” è un’opera, che mi è nata in modo del tutto spontaneo, durante uno degli incontri di lavoro e di confronto con don Giorgio.
Anzitutto, vorrei mettere in evidenza la parola “incontro”: parola che ritengo cardine, da cogliere in tutta la sua essenzialità di grazia.
Succede che, quando una persona va verso l’altra, o entrambe si muovono e convergono in uno stesso punto, l’incontro diventa un confronto: ci si guarda reciprocamente, al di là di ogni aspetto puramente esteriore. L’incontro/confronto si fa meraviglia: per ciò che si è e per ciò che l’altro è.
L’incontro diventa così quella possibilità divina che ci permette di guardarci dentro, di metterci a confronto con noi stessi, conoscendoci meglio, confrontandoci con l’altro, che a sua volta si conosce in se stesso.
Per Platone e i neoplatonici conoscere significa ricordare: si va a risvegliare una memoria del tutto assopita dentro di noi, e l’incontro provvidenziale può essere come una scintilla.
Pensiamo agli incontri di Gesù, che l’evangelista Giovanni ha saputo rileggere in senso elevatamente mistico: con la Samaritana, con la Maddalena, con Nicodemo… Tutti incontri come momenti di Grazia del tutto provvidenziale.
Così è stato anche l’incontro tra Maria e la cugina Elisabetta, entrambe gravide: Maria di Gesù il Salvatore, ed Elisabetta di Giovanni che sarà il precursore del Messia.
L’incontro tra le due Donne privilegiate le unisce misticamente, ed ecco il cerchio come un lungo abbraccio infinito: di Grazia di quello Spirito che ha fecondato Maria, e ha tolto la sterilità al grembo di Elisabetta.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi